Anche quest’anno la GAMeC aderisce alla Giornata del Contemporaneo, il grande evento promosso da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani dedicato all’arte del nostro tempo e al suo pubblico, giunto alla sedicesima edizione.

Un’edizione che, in quest’anno complesso, assume una veste necessariamente diversa da quella tradizionale: il contesto mutato a causa dell’emergenza sanitaria ha infatti richiesto un aggiornamento del format della Giornata, che si svolgerà su un doppio binario online e offline, favorendo i partecipanti a contribuire su entrambi i piani – se le condizioni sanitarie lo consentiranno – o su un piano unicamente digitale.

L’immagine guida non è stata affidata a un singolo artista, ma sarà un mosaico digitale composto dalle opere di 20 artisti italiani proposti da altrettanti musei AMACI: Paola Angelini (Ca’ Pesaro), Meris Angioletti (GAMeC), Barbara and Ale (PAC), Cristian Chironi (Museion), Comunità Artistica Nuovo Forno del Pane (MAMbo), Patrizio Di Massimo (Castello di Rivoli), Andrea Facco (GAM Verona), Giovanni Gaggia (Musma), Barbara Gamper (Kunst Merano), Silvia Giambrone (Museo del Novecento), Andrea Mastrovito (Palazzo Fabroni), Marzia Migliora (MA*GA), Nunzio (ICG), Nicola Pecoraro (MACRO), Luca Pozzi (FMAV), Alessandro Sambini (Mart), Marinella Senatore (Centro Pecci), Francesco Simeti (MAN), Justin Randolph Thompson (Madre), Emilio Vavarella (MAXXI).
Un’immagine che vuole essere un richiamo diretto a una pluralità, a quel senso di comunità che ha caratterizzato il lavoro di tanti musei nel difficile contesto del lockdown e delle difficoltà portate dalle nuove regole della vita sociale.

L’artista selezionata dalla GAMeC è Meris Angioletti (Bergamo, 1977), con l’opera Chapitre XI. Les sirènes. Word-processing (2017-2020), un’installazione sonora che trova la sua origine nella trasposizione del brano delle Sirene, nel capitolo XI dell’Ulisse di James Joyce, riletto e interpretato, in inglese e in francese, da un coro di sei voci femminili, a cui – nella versione sviluppata appositamente per la GAMeC e la Giornata del Contemporaneo – fa eco l’artista, che legge estratti del racconto di Italo Calvino Un re in ascolto, in cui l’autore riflette sul linguaggio che, attraverso la voce, si fa corpo.

“Una voce significa questo: c’è una persona viva, gola, torace, sentimenti, che spinge nell’aria questa voce diversa da tutte le altre voci. Una voce mette in gioco l’ugola, la saliva, l’infanzia, la patina della vita vissuta, le intenzioni della mente, il piacere di dare una propria forma alle onde sonore”: così scriveva Calvino, e la relazione tra voce e vita, e tra voci e comunità – fulcro della mostra inaugurata alla GAMeC lo scorso ottobre – rimanda all’importanza di questo prezioso canale comunicativo, che nei mesi del distanziamento è riuscito a tendere ponti, a tenere stretti i legami tra le persone.

Il lavoro sarà disponibile online sui canali digitali della GAMeC nel weekend del 5 e 6 dicembre e, se le condizioni sanitarie consentiranno la riapertura dei musei, fruibile dal pubblico all’interno del percorso espositivo della mostra Ti Bergamo – Una comunità, a ingresso gratuito.

Ad arricchire il programma della manifestazione promossa da AMACI, torna per il terzo anno Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art: grazie alla collaborazione avviata negli ultimi anni con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e grazie al coordinamento messo in campo a partire dall’anno scorso dalla DGSP – Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del MAECI e dalla DGCC – Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT, dal 5 all’11 dicembre anche Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura all’estero potranno organizzare nella propria circoscrizione di competenza (e nelle modalità consentite) dibattiti, conferenze, mostre e attività di valorizzazione dell’arte e della cultura italiana contemporanea.

L’invito a partecipare alla Giornata del Contemporaneo è esteso ad artisti, gallerie e istituzioni che promuovono l’arte contemporanea: per aderire è sufficiente pubblicare sabato 5 dicembre 2020 un contenuto digitale legato all’arte contemporanea – preferibilmente inedito – utilizzando l’hashtag #giornatadelcontemporaneo.

Per ricevere il Social Media Kit ufficiale e per maggiori informazioni, scrivere a
giornatadelcontemporaneo@amaci.org

#giornatadelcontemporaneo

amaci.org